Ottobre 22, 2021

Computer News | Trovare i contenuti desiderati

Notizie, commenti, articoli, reportage, foto e video da tutto il mondo scelti dalla redazione di Internazionale.

Magione, Amazon punta sulle consegne veloci – Corriere dell’Umbria

2 min read
Magione, Amazon punta sulle consegne veloci – Corriere dell'Umbria

Gabriele Burini

14 ottobre 2021

Dal Trasimeno a Spoleto, passando per Gubbio, Gualdo Tadino fino a raggiungere la vicina Toscana, con Cortona, Castiglion Fiorentino e Montepulciano. Sono tante le zone coperte dal nuovo deposito di smistamento Amazon di Magione, in funzione da fine luglio e ufficialmente presentato mercoledì 13 ottobre, in cui i prodotti ordinati vengono consegnati, tendenzialmente, il giorno successivo. Cento i posti di lavoro a tempo indeterminato che verranno creati dal sito per operatori di magazzino e autisti presso i fornitori di servizi di consegna, l’80% dei quali residenti nell’arco di 30 minuti di distanza dalla zona del deposito. Un lavoro svolto perlopiù di notte, con i camion carichi di prodotti in arrivo alle 22 e lo smistamento che inizia subito dopo. 

 

 

Ma come funziona la vita all’interno del centro? I pacchi vengono scaricati singolarmente su delle rulliere e ricevuti dai dipendenti del magazzino, che li prendono in base al numero e li appoggiano su un carrello. All’interno della corsia, poi, un altro operatore li prende e li inserisce su borse colorate, che rappresentano delle piccole aree geografiche. Nella fase successiva le borse vengono raggruppate per geografia e poi consegnate ai corrieri.

 

 

Sergio Panico, responsabile di Amazon Italia logistics per il centro-sud Italia, ricorda come il deposito “rappresenti un’apertura strategica per la rete logistica di Amazon, in particolare nell’area di Perugia. Il nostro obiettivo non è solo quello di offrire un servizio efficiente, ma anche quello di implementare una rete logistica sempre più sostenibile. Questo deposito ne è l’ennesima riprova. È stato ristrutturato con riguardo all’impatto ambientale e con attenzione ai principi di economia circolare, migliorando un edificio già esistente a cui è stata data una nuova vita. Collaboriamo anche con le piccole e medie imprese, per dare loro una internazionalizzazione, aiutandole anche nella digitalizzazione. Oltre 300 piccole e medio imprese umbre vendono su Amazon e nel 2020 hanno generato vendite per 6 milioni”.