Settembre 27, 2022

Brignone vince superG di Garmisch

Vittoria ex aequo per Federica Brignone e Cornelia Huetter nel superG di Coppa del Mondo di Garmisch, ultima gara prima dei Giochi olimpici di Pechino. La valdostana e l’austriaca si impongono con il tempo di 1’18″19 precedendo altre altre tre austriache: Tamara Tippler (1’19″01), Mirjam Puchner (1’19″02) e Nadine Fest (1’19″12). Sesto posto per la francese Romane Miradoli (1’19″17) che si lascia alle spalle le svizzere Corinne Suter (1’19″22), vincitrice ieri della discesa e Joana Haehlen, settime a pari merito. Nono posto per l’altra azzurra Elena Curtoni (1’19″26).

“Sono davvero soddisfatta di questo risultato. Ho cercato di concentrare le mie energie che non erano tantissime solamente per la gara, c’era vento e sapevo di essere obbligata esclusivamente a far correre lo sci, senza guardare le linee migliori ma pensando solo a non fare attrito. Questo tipo di neve mi piace molto, sono arrivata al traguardo sapendo di avere fatto ciò che volevo. Ho avuto paura quando è arrivata la Huetter al traguardo, si tratta di una vittoria condivisa e siamo contente in due”. Queste le parole di Federica Brignone dopo la vittoria nel supergigante femminile di Garmisch.

“Vado forte in supergigante da un po’ di tempo, in carriera mi sono sempre sentita più supergigantista che gigantista, poi è vero che nella prima fase della carriera ho raccolto maggiormente fra le porte larghe – prosegue la 31enne valdostana – Il supergigante è la gara che ho sempre preferito, dove la tattica prevale perché non abbiamo la possibilità di verificare il tracciato fino alla ricognizione. Mi sento completa dal punto di vista della polivalenza, anche se mi manca lo slalom, ho dimostrato di avere le qualità per togliermi tante soddisfazioni come sto facendo. Adesso mi rilasso qualche ora e poi ci concentreremo sull’evento più importante della stagione”.

Leggi anche