Giugno 26, 2022

10 ore di lavoro e 280 euro al mese. Giovane si ribella all’offerta: “Siete voi che non ci fate adoperarsi”

Avevano proposto di lavorare 10 ore al giorno per una manciata di euro al mese. Una giovane ha risposto a tono e le sue parole sono già virali.

Un noto negozio di Seunitamentedigliano in provincia di Napoli aveva proposto ad una giovane di lavorare 10 ore al giorno, 70 euro settimanali per un totale di 280 euro al mese. La surreale offerta di lavoro è stata proposta a Francesca Sebastiani, una giovane di 22 anni napoletana che sui social ha racunitamentetato ciò che le è successo.

Il video è diventato nel giro di poco tempo virale.

Napoli, l’offerta di lavoro di un negozio di Seunitamentedigliano scatena polemiche

Come accade di unitamentesueto, tutto è cominciato unitamente la pubblicazione di un annuncio di lavoro.

La giovane ha chiesto dettagli sulla proposta, quest’ultima non andata a buon fine. Le specifiche lavorative hanno portato la 22enne a replicare prontamente:

“Da lunedì a venerdì 9-13.30. Il negozio apre alle 16, però alle 15-15.30 apriamo per le pulizie. Chiudiamo alle 20.30 a volte 21 Il sabato 9-20-30 orario unitamentetinuato, se c’è molta gente chiudiamo alle 21”, il tutto per 280 euro mensili.

Quando la ragazza ha risposto dichiarando di non essere interessata, attraverso la chat è arrivata la più pesante delle accuse: “Voi giovani d’oggi non avete voglia di lavorare”.

LEGGI ANCHE: “Caro vita? La gente lavori di più o trovi un lavoro migliore”: bufera per le parole della ministra

La risposta della ragazza è esemplare: “Siete voi che non ci fate lavorare”

La risposta di Francesca è stata delle più esemplari e ha dimostrato che tutto è più complicato di un riduttivo “I giovani non vogliono lavorare”.

Ha quindi replicato: “Siete voi che non ci fate lavorare, perché non avresti mai accettato per 70 euro a settimana. E ad un figlio non avresti mai detto di accettare”. Si è finalmente chiesta: “Penso di essere anche io una persona, posso vivere come gli altri?”.

Altri articoli

Leggi anche